novità e eventi

 

Tostatrice semi: quali caratteristiche deve avere?

 
10/06/2022

blog

 

Sei alla ricerca di un impianto per tostare il tuo raccolto ma non ti è chiaro quale modello scegliere? All’interno di questa breve guida illustreremo, punto per punto, tutti gli aspetti da considerare nel momento in cui si valuta l’acquisto di una tostatrice per semi.

Ma perché la fase di tostatura dei semi è così importante? Cereali correttamente tostati costituiscono alimenti ricchi di nutrienti e proteine, più gustosi e appetibili per gli esseri umani tanto quanto per gli animali. Più sani, digeribili e assimilabili: nutrire il tuo allevamento con cereali tostati ti consentirà di avere animali sempre in salute e, dunque, carne di qualità migliore che potrai vendere a un valore di mercato decisamente più elevato.

Ma come scegliere la giusta tostatrice per semi? Te lo racconta il team Mecmar qui sotto. Seguici!

Qual è la dimensione del tuo allevamento?

A seconda delle esigenze produttive che la tua azienda agricola deve soddisfare, Mecmar ha progettato un diverso modello di tostatrice per semi. Dunque, in questa prima fase di valutazione, consideriamo la quantità di cereale da tostare e il numero di capi allevati da nutrire giornalmente. Il calcolo della quantità massima di semi da tostare dipende da vari fattori, tra cui:

  • Tipologia di animale (mono gastrico o poli gastrico)
  • Taglia ed età dell’animale
  • Tipologia di dieta (magra o da ingrasso)

Ipotizziamo di dover nutrire un allevamento di bovini adulti da ingrasso. Considerato che un bovino medio consuma all’incirca 1kg/soia al giorno, per mantenere un allevamento di 500 capi sono necessari circa 500 kg/giorno di soia tostata opportunamente miscelata con altre farine naturali o di estrazione. Solo così si garantisce il corretto bilanciamento di proteine, vitamine, grassi e sali minerali.

A quale scopo tosti il tuo raccolto?

Il prodotto tostato è destinato all’alimentazione umana o animale? In entrambi i casi, cereali tostati quali grano, mais, soia e orzo assumono un ruolo fondamentale in ottica di nutrizione. Essendo ricchi di carboidrati, proteine e aminoacidi essenziali, i semi tostati svolgono una funzione nutritiva ed energetica rilevante. In aggiunta a ciò, ricordiamo che un cibo più sano e gustoso è più gradito dall’animale che, mangiandone in abbondante quantità, crescerà forte e in salute. Ne beneficerà di conseguenza anche il relativo valore commerciale.

Quale tipologia di animale hai la necessità di nutrire?

Ruminanti, suini, avicoli o altro? I cereali tostati ottenuti grazie all’impiego di una tostatrice per semi possiedono ottime proprietà nutrizionali e un elevato livello proteico. Tornando all’esempio dei bovini, grazie alle proteine bypass è possibile accelerare la digeribilità della soia. Infatti, la tostatura rende il prodotto tostato più attaccabile dai succhi gastrici dell’animale e dunque più digeribile rispetto alla granella solo essiccata. Lavorando affinché tutti i chicchi siano uniformemente tostati, le tostatrici per semi Mecmar consentono di eliminare eventuali residui di muffa, minimizzando quindi i livelli di tossine nocive dai cereali stessi.

Quale fonte energetica vuoi utilizzare per alimentare la tua tostatrice?

Cruciale ai fini economici e di trattamento del cereale è anche la scelta del tipo di combustibile utilizzato per produrre il calore necessario alla tostatura. Le tostatrici Mecmar possono essere dotate di un bruciatore a gas, a gasolio o a GPL: queste rappresentano le alternative di alimentazioni più tradizionali e ancora più diffuse. Se invece desideri tostare il tuo raccolto senza utilizzare combustibili, bensì sfruttando un sistema sostenibile e 100% elettrico, Mecmar ha sviluppato la soluzione per te: una tostatrice elettrica plug&play per garantiti una tostatura ottimale di piccole/medie quantità di cereali.

Ti piacerebbe saperne di più riguardo le tostatrici per cereali Mecmar? Te ne parliamo anche all’interno di questi articoli:

In conclusione

Scegliere la giusta tostatrice per semi per la tua azienda agricola va a beneficio del tuo allevamento e dei tuoi profitti. Ecco perché è così importante valutare alcuni aspetti prima di procedere all’acquisto di un impianto per la tostatura dei cereali. In particolare, poniamoci quattro semplici domande:

  1. Qual è la dimensione del tuo allevamento?
  2. A quale scopo tosti il tuo raccolto?
  3. Quale tipologia di animale hai la necessità di nutrire?
  4. Quale fonte energetica vuoi utilizzare per alimentare la tua tostatrice?

Hai qualche domanda o vorresti approfondire ulteriori aspetti relativi alla tostatura dei semi? Contattaci ora: il team Mecmar sarà felice di rispondere a tutte le tue curiosità.


Ti potrebbero interessare anche...

Lavorazione grano: come metterlo in sicurezza dopo il raccolto? leggi
Lavorazione cereali: come essiccare al meglio i grani antichi e i chicchi speciali? leggi
Fattore antinutrizionale: come eliminarlo dai legumi? leggi
Stoccaggio dei cereali ottimale? Scopri come con gli essiccatoi Mecmar leggi